Foto dell'immagine copertina come fare un blog

Come fare un blog? La guida su come creare e realizzare un blog.

Se sei giunto su questa guida, evidentemente ti starai chiedendo come posso fare un blog?. Devi sapere che ogni giorno vengono creati circa 175.000 nuovi blog nel mondo, in totale invece sono presenti ben 150 milioni di blog, numeri spaventosi, ma ti sei mai domandato:

Perchè c’è questo fenomeno della creazione di un blog?

Semplice, perchè le persone vogliono ottenere dei profitti grazie al proprio blog. Si stima che l’11% dei blog presenti nel mondo riescono a far guadagnare almeno 10 dollari il fondatore o i fondatori. L’11% può non sembrare molto, ma a conti fatti stiamo parlando di quasi 17 milioni di blog.

 

Prima di aprire un blog però, ti serve una strategia:

  1. Definisci i tuoi obiettivi: Cosa voglio ottenere da questo progetto web?
  2. Definisci il tuo target: Chi saranno i miei lettori e perchè dovrebbero leggere i miei articoli?
  3. Definisci il tuo tempo: Quanto tempo posso dedicare a questo progetto?

Le risposte alle tre domande fondamentali per capire la strategia da adottare su come fare un blog non posso fornirtele io, sono personali ed ognuno di noi può avere le sue motivazioni e di conseguenza avere le sue risposte.

Però voglio darti un piccolo suggerimento, aprire un blog che ti faccia guadagnare non è una cosa facile e immediata, ci vuole costanza, tenacia ma sopratutto bisogna conoscere a fondo la materia di cui si vuole parlare. Parti da queste considerazioni per la costruzione della tua strategia.

 

Come fare un blog gratis? Perchè non è la strada giusta?

Esistono diverse piattaforme (ad esempio Blogger e WordPress.com) nelle quali è possibile creare un blog in maniera totalmente gratuita.

Il problema di queste piattaforme però è che sono molto limitate, per esempio lo stile del tuo sito non sarà completamente personalizzabile ma ti dovrai adattare ad una serie di template già pre-impostati, oppure con queste piattaforme è quasi impossibile guadagnare dei soldi, essendo limitate a livello pubblicitario, o ancora, un blog creato con queste piattaforme risulterà meno professionale e quindi apparirà più difficilmente sui motori di ricerca.

 

Tutto chiaro? Ora è giunto il momento di capire quali sono i 4 passi fondamentali da tenere in considerazione per come fare un blog:

  1. Dominio = Indirizzo di casa.
  2. Hosting = La tua casa.
  3. WordPress = I tuoi elettrodomestici.
  4. Tema = Il tuo arredamento.

 

Chi sei tu? Tu sei i tuoi contenuti, ricordati che senza dei contenuti professionali e originali, sarà difficile che il tuo blog abbia successo. Quindi ti consiglio di nuovo, di avere ben chiara la strategia che vuoi adottare.

 

1) Acquisto del dominio

Prima di iniziare ad addentrarci nell’argomento dominio, preferisco intanto dare una definizione di cosa sia un dominio. Per fare un esempio molto semplice, si può pensare al dominio paragonandolo all’indirizzo di casa, senza di esso sarebbe impossibile trovare la nostra abitazione, e cosi vale anche per il dominio sul web.

Il dominio web è conosciuto anche come DNS (Domain name System) che non è nient’altro che l’ indirizzo univoco attraverso il quale si richiama un sito internet sulla rete.

Un dominio è composto da 3 parti: il www, il nome del dominio e il suffisso, ad esempio www.nomedominio.com

Il nome del dominio e il suo suffisso sono 2 cose importantissime, per iniziare bene un progetto bisogna partire con il piede giusto e la scelta del nome è di fondamentale importanza. Quando un cliente mi chiede aiuto con la scelta del nome, io dò sempre due consigli.

 

Il primo riguarda il suffisso, il mio consiglio è di scegliere l’estensione .com oppure .it oppure .net. Questi sono i 3 suffissi più importanti nel panorama italiano di internet. Il secondo invece riguarda il nome del dominio che deve essere scelto in base alla strategia sulla quale hai deciso di puntare.

 

Vi ricordate obiettivo e target? ecco qui vi serviranno come il pane. Vi faccio un esempio, se ho deciso che il mio obiettivo è vendere ricambi per auto e che il mio target sono gli abitanti della provincia di Roma, allora un buon nome per il mio dominio potrebbe essere www.ricambiautoroma.com. La scelta del dominio potrà richiedere giorni o settimane, ma non vi preoccupate, meglio andare lenti ma ragionando sulle cose che fare viceversa.

 

Per verificare l’effettiva disponibilità del dominio che avete scelto, vi consiglio di andare su questo servizio e di fare una verifica. Verifica Domini Liberi

 

Una volta che avrete deciso il nome del vostro dominio, bisognerà passare alla scelta dell’hosting, tenendo conto che è possibile acquistare il dominio su un hosting web o separatamente.

 

2) Acquisto dell’hosting

Come sempre, prima di parlare della scelta dell’hosting preferisco chiarirvi le idee su cosa sia realmente un hosting web.

Prendendo spunto dall’esempio fatto sul dominio che come abbiamo detto in precedenza non è nient’altro che l’indirizzo di casa, il web hosting è la casa del tuo sito web, questo servizio ti permette di far si che il tuo progetto web sia online 24/7.

Uno spazio hosting è dove sono ospitati i file ed il database che compongono il tuo sito. Questo servizio è fornito dai cosiddetti web host, aziende che mettono a disposizione i propri server per l’utilizzo da parte di altre aziende ed individui che vogliono creare un sito web.

 

Le 3 componenti principali che bisogna considerare quando si deve decidere a quale servizio di web hosting affidarsi sono: performance, assistenza clienti e servizi inclusi.

Siteground - Come fare un blog

Ho già scritto un articolo che potrete trovare qui sull’importanza del web hosting. Io vi consiglio fortemente Siteground. Ho passato molto tempo a cercare un hosting che abbia le tre caratteristiche dette poco fa e le ho trovate solo in Siteground, è fondamentale per il vostro sito essere ospitato in una casa che sia degna di questo nome.

 

Scopri di più: SITEGROUND: IL MIGLIORE HOSTING WORDPRESS SUL MERCATO.

Scopri di più: COME ACQUISTARE SU SITEGROUND? IL MIGLIOR WEB HOSTING DI SEMPRE

 

Sui web hosting ed ovviamente anche su Siteground, potrete acquistare il vostro spazio web che conterrà il vostro sito e il vostro dominio.

 

Con il nostro coupon, le tariffe per l’hosting Siteground sono ancora più convenienti. Infatti avrai accesso a sconti fino al 60%. Provare Siteground è privo di rischi con la formula soddisfatti o rimborsati che ti darà una garanzia di rimborso per 30 giorni. Inoltre Siteground per il primo anno, ti regalerà anche un dominio gratuito per un anno.

Utilizza il mio coupon e sfrutta fin da subito le potenzialità di Siteground!

 

3) WordPress

Tenendo sempre a mente gli esempi fatti in precedenza, possiamo paragonare WordPress agli elettrodomestici di casa. Gli elettrodomestici in una casa semplificano la vita, fanno risparmiare tempo e aiutano nelle faccende quotidiane. Lo stesso dicasi per WordPress, semplifica la personalizzazione e la scrittura di contenuti su di un sito, senza WordPress e tutti gli altri CMS (Content Management System), creare un blog non sarebbe alla portata di tutti.Utilizzare WordPress - Come fare un blog

WordPress con le sue 18 milioni di installazioni nel mondo, è il CMS open source più utilizzato al mondo. In origine era stato concepito come sistema per i blog, ma attualmente esistono diverse estensioni che fanno sì che il software possa diventare un CMS adatto per tutti gli scopi.

In Siteground l’installazione di WordPress è compresa nel prezzo che potrete fare voi molto semplicemente.

Ci siete quasi, avete creato il vostro sito web e siete quasi giunti al termine di questa guida su come fare un blog. Il dominio, l’hosting web e WordPress sono le tre componenti da cui iniziare, ma ne manca ancora una fondamentale. L’acquisto di un buon tema per WordPress. Quindi vediamo insieme l’ultima fase di come fare un blog.

 

4) Tema

Un buon tema per WordPress farà fare al vostro sito un salto di qualità. Negli esempi fatti in precedenza, possiamo paragonare il tema di un sito web, all’arredamento della nostra casa.Foto di Avada, un template wordpress - come fare un blog

L’arredamento in una casa deve essere certamente funzionale ma anche esteticamente gradevole. Un buon tema per WordPress fa la stessa identica cosa, rende più funzionale il nostro sito, specialmente dal punto di vista SEO, garantirà una personalizzazione sopratutto grafica che non sarebbe possibile con i temi gratuiti e renderà il nostro sito più al sicuro da attacchi informatici.

Io vi consiglio di andare su Themeforest, dove potrete trovare migliaia di temi iper-personalizzabili, divisi in categorie. Themeforest è il miglior rivenditore di temi per WordPress, ma su di esso potrete trovare anche script, file video, file audio, grafiche particolari, grafiche 3D e molto altro.

 

SCOPRI DI PIÙ: THEMEFOREST WORDPRESS: LA GUIDA SULLA SCELTA DEL GIUSTO TEMA

SCOPRI DI PIÙ: QUANTO COSTA UN SITO INTERNET? DALL’APERTURA ALLE SPESE ANNUALI

 

Ora ci siete davvero. Spero che siate riusciti a comprendere come fare un blog e mi auguro che grazie alle varie spiegazioni che vi ho messo a disposizione, abbiate creato con successo il vostro sito web. Scrivetemi qui nei commenti se avete qualche perplessità, sarò a disposizione per qualsiasi domanda.

 

Spero di aver chiarito le idee su come fare un blog. Per qualsiasi dubbio o informazione aggiuntiva, puoi scrivere un commento qui in basso oppure mandarmi un e.mail, sarò felice di risponderti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *